lunedì 29 dicembre 2014

L'Angolo del Rockpoeta: "Carrellata Di Fine Anno"

Siamo davvero oramai quasi alla conclusione anche di quest'anno, per cui… Buon Anno!

CARRELLATA DI FINE ANNO  

Carrellata di fine anno
Un ultimo profondo respiro.

Cammino lungo le strade del mondo
Attraverso bossoli vuoti
Carcasse di animali e labbra assetate

Raccolgo il dolore dei diseredati
Di guerre civili di popoli lontani
Sono testimone delle nostre dolorose
Penose e drammatiche contraddizioni.

Ed arranco con i miei piedi stanchi
Davanti alla tomba del mondo.

Carrellata di fine anno
Un ultimo respiro.

E si riparte.... dallo stesso punto
In cui ci si trovava un minuto prima 

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA

mercoledì 24 dicembre 2014

AUGURI PARTICOLARI...

Vorrei augurarvi un Ottimo Natale, un Natale da respirare a pieni polmoni in tutte le sue sensazioni ed emozioni, ma forse è meglio di no, non sia mai che magari possiate rischiare di assorbire nel vostro organismo amianto o polveri sottili; perché sapete se, attraverso una innegabile stortura interpretativa, il disastro ambientale per legge si prescrive, in realtà continua a dispiegare i suoi effetti e mietere vittime, il cancro non è soggetto a prescrizione e l'amianto e le polvere sottili se ne fregano del fatto che siano passati anni da quando si sono sprigionati nell'atmosfera per l'ultima volta...

Vorrei augurarvi un Natale ricco di gioie, ma se non avete partecipato alla mangiatoia scandalosa di Mafia Capitale o di altre ruberie sulla pelle della gente, penso non siate molto ricchi se non, spero per voi, di amore e di buon cuore.

Mi potrei limitare ad augurarvi un Natale di speranza, ma anche quella scarseggia e se non si hanno già buone basi (economiche) minime, o non si è giovani e disposti ad andare all'estero abbandonando tutto, diventa complicato anche sperare di provare tale sentimento.

Allora posso forse soltanto augurarvi un Buon Natale, sperando che sotto l'albero ed il presepe o al più tardi dentro la calza della befana, possiate trovare come regali, la voglia, il coraggio, l'attenzione alla realtà e la grinta per lottare tutti in prima persona. Ecco, solo dopo aver avuto questi doni sarà possibile respirare brandelli di speranza.

Ed allora, in quel momento, se riceverete tali regali e ne farete buon uso, solo allora quello sarà veramente un... BUON NATALE!

Daniele Verzetti Rockpoeta®

domenica 21 dicembre 2014

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Amianto E Prescrizione

Ancora una volta, purtroppo, amianto e prescrizione vanno a braccetto come una coppia orrenda, la più brutta del mondo.

Di recente avevamo assistito alla vergogna della sentenza della Cassazione su Casale. Ed ancora una volta ci si rende conto che nulla cambia in questo Paese, o meglio, per essere più corretti, che tutto muta in peggio.


Amianto Invisibile

Amianto Invisibile
Colpo di Spugna
I morti restano
La Giustizia é assente.

Amianto "incolpevole"
Un processo lento crea la morte
Uno breve l'approva.

Polveri nei polmoni
Macigni nel cuore

Il tempo di uno spot
E la Giustizia muore.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA
---------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

domenica 7 dicembre 2014

L'Angolo del Rockpoeta: "NOW!"

NOW!

E se imbracciassimo le armi?
Quelle vere
Quelle che fanno più paura delle parole
Quelle che non risolvono ma sistemano
Quelle il cui linguaggio arriva a chi non capisce
E non vuol comprendere la forza della parola.

Eppure la parola è l'arma più potente dell'uomo
Travolge esistenze, cambia realtà
Accende vite e pensiero,
E' come l'aria
Quasi inafferrabile.

Ma se la parola non la puoi fermare
La puoi soffocare
La puoi banalizzare
Puoi stritolarla dentro occhi inespressivi
E volgarità venduta a basso prezzo per ribellione autentica.

E così tutti ci lamentiamo
Ma nessuno agisce
Nessuno ascolta voci di lotta e verità
Nessuno le ode
Se non sono di facile presa
Se ti raccontano che è dura
E che tutti dobbiamo agire in prima persona.

Nessuno ti ascolta se parli con cuore e testa,
Abbacinati da imbonitori xenofobi
E falso rinnovamento.

Ed allora se imbracciassimo le armi
Quelle vere
Quelle che hanno sempre offeso la Storia?

Forse è davvero quel momento
Anche perdendo avremo vinto lo stesso.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA
-----------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

lunedì 1 dicembre 2014

L'Angolo del Rockpoeta: Giornata Mondiale Contro L'Aids

Usate il preservativo, aiutiamo la ricerca e ricordiamo che questa malattia riguarda tutti e stigmatizziamo chi si fa portatore, attraverso la strumentalizzazione dell'Aids, di una campagna omofoba

FRASEGGIO MORENTE

Salve a tutti
Hello Folks
Sono l’appestato di questo millennio.

Sono un paradosso esistenziale
Economicamente poverissimo
Ma necessitante
Di cure…..“da ricchi”

Sono un “Aidsato”
Fresco neologismo
Di disgustosa efficacia
Per indicare quelli come me.

Ma la sapete la novità?
Anche qui abbiamo malati di Serie “A”
Che meritano più compassione
E più attenzione
Ed altri che… .se lo sono meritato!

Bambini,
Frutti del peccato per la Nobile Chiesa
Innocenti nati dentro una pancia morta
Venuti alla luce con difficoltà estrema
A causa di una scarsa visibilità
dovuta ai fumi dell’alcol
ed all’offuscamento dell’eroina.

Ma sono lo stesso colpevoli.

E poi ci siamo noi

1985, i miei primi 15 anni
ancora si sa poco o nulla
di questo flagello.

Una cosa però io la so. Amo i ragazzi.

Stessa età,
stesso desiderio e curiosità
di voi eterosessuali.

Di te,
giovane ragazza inquieta
E di te
Allupato quindicenne
che scopri i primi brividi
dell’innamoramento.

Ma di altro non si sapeva
Io non lo sapevo.

Tutto splendido.

Per anni la mia vita continua
Normale
Storie ordinarie
Come tutti.

Ma dieci anni dopo
La svolta

Sento le mie forze
Cedere sempre più frequentemente
Mi controllo.

E la Realtà non mi lascia più scampo.
Le analisi parlano chiaro.

È conclamato
Più niente da fare
Solo cercare di limitare
I danni
E le sofferenze

Ma i soldi mancano.

E manca
Soprattutto
L’appoggio ed il sostegno umano
Della gente.

Di tutti
Anche dei miei…. “simili”

Pochi accanto a me
Non la mia famiglia
Solo un paio di amici veri.

2005: 35 anni
e dimostrarne 80.

Avere 35 anni
Senza più la forza
Di urlare la mia rabbia
Il mio dolore
La mia paura di morire.

E
Anche se mi sto sdraiando
Qui
Per terra
Non sono per niente stanco
Non sono per niente stanco
Per… niente… stanco…

Ho solo freddo
Tanto freddo
F r e d d o...


DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA.
------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

giovedì 20 novembre 2014

OPINIONE DEL ROCKPOETA: "Il Disonestamente Giusto"

La sentenza di ieri sera brucia ancora sulla pelle. Vorrò leggere la motivazione per capire come sia stato possibile che nessuno si sia potuto accorgere della sopravvenuta prescrizione. Resta il fatto di uno Stato che non vara leggi serie (basti pensare che non abbiamo ancora il reato di tortura) ma anche di una sentenza che doveva fare giustizia e non l'ha sostanzialmente fatta.

In queste ore continua a prevalere in me un profondo senso di disapprovazione (eufemismo elegante che simula il concetto di rabbia ed amarezza) per quanto compiuto dal Dr. Francesco Iacoviello (continuo a parlare di lui come elemento cardine dato che non mi risulta che gli avvocati dell'imputato si fossero anch'essi accorti di questo cavillo)

Disapprovazione in quanto scopro che la Cassazione ed il famigerato Dr. Iacoviello, hanno ritenuto che la prescrizione scatti dal 1986, data di chiusura degli stabilimenti mentre i giudici d'appello, avevano sottolineato che questo genere di reato, siccome si protrae negli effetti e realizzazione nel tempo, non poteva avere la prescrizione decorrente dalla data di chiusura della fabbrica nel 1986. 

Si trattava e si tratta di un reato a consumazione prolungata.  Ora so, parlo per iperbole, che se lancio colposamente oggi una bomba atomica su una città, risponderò salva prescrizione, solo delle morti immediate e non di quelle numerose per cancro negli anni a seguire. Buono a sapersi per i bioterroristi, salvo che non siano così narcisi dal voler rivendicare il fatto e quindi ammettere il dolo e la volontarietà.

E' vero, la legge è la legge, ma è anche pur vero che la vedo applicare in modo ligio e preciso solo e sempre verso i più deboli ed in questo caso anche interpretandola forzatamente contro i più deboli. D'altronde, qualcuno potrebbe anche affermare, cosa aspettarsi da chi ha de facto, sempre per vizi di forma,  "assolto"Dell'Utri ed Andreotti e proviene dalla "gloriosa" Scuola di Carnevale 

 Curiosi anche i trascorsi di Arturo Cortese Presidente della Sez.I della Cassazione, anche lui "implicato" in questa sentenza.  Il giornalista D'Avanzo rilevò in passato una curiosa coincidenza con Cortese come relatore a proposito di un processo a danno di Berlusconi " D'Avanzo rileva :
"La prima singolarità affiora innanzitutto in una coincidenza. Nel collegio giudicante, il relatore (Arturo Cortese) - relatore anche oggi – aveva già affrontato un giudizio con Berlusconi imputato (corruzione della Guardia di Finanza). La responsabilità di Berlusconi (condannato in primo grado) era stata prescritta in appello. Con una decisione, secondo gli addetti, «singolare», la sentenza della Cassazione invece di «uniformarsi a criteri e parametri normali, più conformi ai precedenti consolidati e alle collaudate prassi interpretative», si mosse su un terreno «difforme da ogni precedente», come scrissero i giuristi che se ne occuparono (Questione giustizia n.2, 2002). Berlusconi da prescritto divenne assolto nel merito.
Una scelta interpretativa difforme da ogni precedente è stata di nuovo la via imboccata dal relatore e dal collegio. Così singolare e difforme da muoversi contro le convinzioni – non della procura di Milano, queste sono sciocchezze – ma dell´intero sistema giudiziario che ha affrontato la corruzione organizzata da Cesare Previti (già condannato per questo reato) e anche dei criteri e dei parametri della stessa Cassazione. Forse, invece di andare a caccia di farfalle e fanfaluche, sarebbe più interessante incuriosirsi dell´originalità della sentenza salvapreviti, dell´imprevisto orientamento della Cassazione, riflettere sui sintomi di un quietismo togato che meglio di Franco Cordero non si può descrivere: «Ogni giudice integrato nel sistema assorbe tranquillamente eventuali errori, anzi non li vede; quando li veda, non gli fanno né caldo né freddo; lavorava a nome e per conto dell´istituzione; basta che uno navighi nella corrente giusta; la storia li diluisce questi miserabili fatterelli individuali". 

Per carità, questa decisione sarà stata presa in buona fede ma certo che queste coincidenze inquietano. Sarebbe interessante, anzi è decisamente importante, conoscere anche gli altri membri del collegio giudicante e sapere chi ha avallato questa sentenza così controversa, quindi eccoli: - La Corte di Cassazione è composta dal presidente Artuso Cortese, dalla relatrice Stefania di Tomassi e dai magistrati Aldo Cavallo, Piera Maria Severino Caprioglio e Enrico Giuseppe Sandrini.  

Ed allora, indagini e amarezze a parte, dico soltanto che per una sola volta, avrei voluto vedere qualcuno comportarsi in modo "disonestamente giusto" e magari, solo ed esclusivamente in quest'occasione, voltarsi dall'altra parte e far finta di nulla lasciando prescrivere la prescrizione.

Daniele Verzetti Rockpoeta®


Amianto Invisibile

Amianto Invisibile
Colpo di Spugna
I morti restano
La Giustizia é assente.

Amianto "incolpevole"
Un processo lento crea la morte
Uno breve l'approva.

Polveri nei polmoni
Macigni nel cuore

Il tempo di uno spot
E la Giustizia muore.

DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA
-------------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

mercoledì 19 novembre 2014

L'Angolo del Rockpoeta: Eternit, La Vergogna e L'Ingiustizia Trionfano!

INCREDIBILE! VERGOGNOSO! ASSURDO! SCANDALOSO|

Del caso Eternit di Casale Monferrato ne ho parlato spesso in passato e me ne sono occupato in modo particolare. Ricordo quando lunedì 3 giugno 2013 gioivo per i 18 ANNI DATI A Schmidheiny| Ora arriva la Cassazione che spazza tutto per prescrizione: PRESCRIZIONE????  SONO OMICIDI! Sono senza parole, anzi le ho e le ripropongo in versi qui sotto. Quanto al Dr. Francesco Iacoviello, sappia che legge o non legge, cavilli o non cavilli, quei morti li ha sulla coscienza da oggi pure lui!


Amianto Invisibile

Amianto Invisibile
Colpo di Spugna
I morti restano
La Giustizia é assente.

Amianto "incolpevole"
Un processo lento crea la morte
Uno breve l'approva.

Polveri nei polmoni
Macigni nel cuore

Il tempo di uno spot
E la Giustizia muore.

DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA
-------------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

martedì 18 novembre 2014

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Una Drammatica Giornata Di Sole...

Domenica 16 Novembre 2014...

Mi chiamo Daniele Verzetti, in arte Rockpoeta, sono genovese e sono molto preoccupato. Abbiamo una grave emergenza: oggi è domenica 16 novembre 2014 ed in Liguria abbiamo il sole. E' un dramma perchè non sappiamo come gestire quest'evento così raro ed emergenziale.

Abbiamo paura di subire danni seri agli occhi per l'eccesso di luce. Forse la nostra pelle potrebbe scottarsi. Aggiungo che fa troppo caldo e temiamo una forte siccità.

E poi, tutti quei soldi spesi per canoe, gommoni e stivaloni. Se ora queste emergenze si riproponessero maggiormente, avremmo problemi anche a spostarci non avendo più automobili ed altri mezzi di locomozione su gomma.

Perdonate questo prologo sarcastico e denso di amarezza. Denso come il fango che ha invaso la mia terra, come i fiumi pieni di terra e detriti che hanno invaso strade e paesi ed ancora anche la mia città, Genova.

Perdonatemi, perchè se è vero che queste tragedie sono figlie di errori ( o forse sarebbe meglio dire di orrori) che hanno origine nel passato, va anche detto che hanno anche colpe molto recenti. Aver costruito sui greti dei torrenti nei decenni scorsi è una grave colpa, ma perseverare oggi con la cementificazione selvaggia, come nel caso dei box in costruzione a Piazza Rotonda a Borgoratti nel capoluogo ligure con la frana relativa verificatasi ieri, proprio in quel punto, o il voler fare 15.000 mq di centro commerciale alla Foce nell'area dell'ex Fiera, dimostra come questi siano tutti segnali di come non si voglia cambiare in alcun modo direzione.

Nel 2015 avremo le elezioni regionali. Ovvio che mi auguro che la Paita non sia nemmeno tra le possibili scelte per il Governatore della Regione. Su Cofferati, mi limito a dire che l'esperienza di Bologna non mi fa ben sperare e che sono anche stanco che si portino dei big a svernare nei comuni importanti o nelle grandi Regioni per far fare loro qualcosa.

Sostengo, inoltre, che per risolvere forse queste problematiche, ci vorrebbero alcune svolte concrete. In primis le grandi opere: no alla gronda ed al terzo valico e sì allo scolmatore da 250 milioni di euro per il Bisagno. Sì ad altre opere di medio termine e di prima necessità per cercare di difendersi al meglio in attesa di vedere conclusa la mega opera dello scolmatore. Aggiungo poi che in certi casi come terremoti alluvioni ecc..., i soldi che i Comuni hanno e che sono assurdamente bloccati dal Patto di Stabilità, dovrebbero essere invece svincolati dallo stesso ed usati. Vi faccio un esempio concreto e reale: Ceriale, ridente località turistica della Riviera Ligure di Ponente: ebbene loro hanno un rio che esonda sempre alla minima precipitazione. Quel comune, ha detto il Sindaco, ha sia i soldi che il progetto per realizzare quanto serve per mettere gli abitanti di Ceriale in sicurezza e quindi mettere quel rio in condizione di non nuocere più, ma ovviamente, non li può usare. Questa è L'Europa, un'Europa che secondo me va riformata seriamente e non nella direzione voluta dalla BCE. da Renzi e dalla Merkel. Comunque, queste sono altre questioni, da discutere in seguito.

Ora vi devo lasciare, i raggi del sole sono adesso troppo forti e devo chiudere le persiane per difendermi. E spero che queste barriere di luce siano sufficienti per limitare i danni...

Daniele Verzetti Rockpoeta®
-------------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

giovedì 13 novembre 2014

L'Angolo del Rockpoeta: In Ginocchio Nel Fango

IN GINOCCHIO NEL FANGO 

Rifiuti a due gambe
Si nutrono di corruzione
Ed appalti a nolo pagati con escort di lusso.

Grandi Opere
"Gronda-no" sangue di cittadini
Travolti da piene di fango e scandali

Mettere in sicurezza il territorio
Impossibile
Mancano i soldi, ti dicono.

Abbandonare la cementificazione selvaggia
Smettere di realizzare box e COOPerative
E rinunciare a privilegi e favori,
Impossibile!

E così
le uniche dighe
Le sole barriere che si costruiscono
Sono quelle tra i politici ed i cittadini
Tra la gente e la casta.

Ed il fango
Resta il solo cibo con cui sfamare le nostre bocche

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA
-----------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

mercoledì 12 novembre 2014

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Reciprocità

I fatti di Tor Sapienza a Roma non sono isolati.  La violenza, lo dico subito per sgombrare il campo da ogni dubbio, non è ammissibile, ma è pur vero che ci sono realtà complesse che vanno prese in esame.

La tolleranza ed il rispetto vanno anche coltivati e perseguiti attraverso due condizioni: la legalità e soprattutto la reciprocità per quanto concerne appunto la tolleranza ed il rispetto.

Minacce da parte di abusivi che occupano illegalmente case e territori (e questi sono fatti non supposizioni), sono atteggiamenti e comportamenti inaccettabili e che dovrebbero comportare la tutela di chi li subisce e li denuncia. Racket e prostituzione, sono altre realtà che devono essere stroncate.

Invece non accade così. Ecco quindi che tutte queste storture e queste ingiustizie vengono poi alimentate, solleticate, sollecitate nonché sobillate e furbamente fomentate per poi scatenare le ingiustificabili scene di Tor Sapienza a Roma.

E le tensioni crescono, e portano ad un clima irrespirabile di tensione e paura, di rabbia e violenza, un clima che non aiuta certo chi invece, da ambo le parti, vive e vuole vivere nel rispetto delle regole e delle persone.
----------------------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

lunedì 3 novembre 2014

L'Angolo del Rockpoeta: La Querela dell'Assurdo

ILARIA CUCCHI QUERELATA DAL S.A.P.P.E (Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria) per le seguenti ragioni che vengono così riassunte "DA REPUBBLICA ON LINE "La querela del Sappe. Il Sappe (il Sindacato autonomo polizia penitenziaria) ha depositato a Roma una querela nei confronti di Ilaria Cucchi. Lo ha reso noto Donato Capece, segretario generale del sindacato, sostenendo che "l'insieme delle dichiarazioni diffuse da Ilaria Cucchi pare, con ogni evidenza, voler istigare all'odio e al sospetto nei confronti dell'intera categoria di soggetti operanti nell'ambito del comparto sicurezza, con particolare riferimento a chi, per espressa attribuzione di legge, si occupa della custodia di soggetti in stato di arresto o detenzione. Questo non lo possiamo accettare. Abbiamo deciso di adire le vie legali nei confronti della signora Cucchi a difesa dell'onore e del decoro della polizia penitenziaria" "

Sono senza parole, allibito, infuriato!. Non si ha neanche più rispetto per il dolore e l'ingiustizia subita da Ilaria e che ancora sta subendo.

Solidarietà piena con ILARIA

E questi miei versi, già pubblicati in passato su questo blog, riassumono molto bene il mio pensiero

THE MISSING

Rumore di ferro e manganelli
Carne colpita da ferocia in divisa
Urla di sangue
Imbevute di occhi lividi
E schegge di costole sul pavimento

Una corda troppo bassa per essere vera
Non scalfisce la dignità di un popolo 
Se la sua gente é decisa a chiedere giustizia e verità.

Molti di noi sono senza futuro e senza un presente
Molti di noi sono come nuovi desaparecidos

E come per magia
Svaniamo.
DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA
---------------------------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

giovedì 30 ottobre 2014

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Gli Youtubers

Ok, anch'io ho un canale youtube. Ci sono 29 video due dei quali li avete visti anche qui pubblicati di recente oltre a tutti quelli legati a "Rockpoeta on the Road"

Sono spesso mie poesie collocate in un contesto specifico per denunciare cose legate al sociale   quando non video di alcuni miei live, e cerco nel mio piccolo di farli il più professionale possibile salvo quando si sono trattate di riprese amatoriali poi gentilmente messe a mia disposizione.

Poi vedo gli Youtubers, quelli che vanno per la maggiore e sembrano essere i depositari della verità. Da Alessandro di Breaking Italy (forse uno dei pochi che si salva nell'insieme) ad altri come DellyMellow o Fraffrog ed altri ancora che sono assolutamente un coacervo di egocentrismo vuoto condito da spruzzi di comicità floscia e, se e quando si occupano di attualità, di contenuti sociali predigeriti e "spiegati" come se dall'altra parte ci fossero dei poveri imbecilli (il che forse in parte sarà anche vero e forse l'unico ottimista a credere che nel mondo virtuale ci siano più persone in gamba resto solo io).

Massima libertà di fare quello che si vuole e di lasciar vedere quello che si desidera, sono soltanto rimasto sorpreso negativamente. Sono andato a vederne alcuni (non tutti quindi la mia non vuole essere un'indagine sociologico-scientifica perfetta) nella convinzione di imparare qualcosa, di poter ricevere input e nuovi stimoli. Delusione totale.

Questo non significa che ora si debbano bollare tutti coloro che mettono propri video in rete come persone vuote e senza idee (anche perché tra quelli ci sono anch'io e quindi già per questa ragione l'equazione non regge lol) ma certamente ammetto che da molti di loro mi aspettavo freschezza, originalità e veri contenuti, come accade invece, e qui salto di palo in frasca per questo esempio e me ne scuso, per molti giovani che fanno musica e mettono i loro brani in rete: in questo caso, abbiamo invece molte realtà interessanti che meriterebbero maggiore visibilità di quella che già possono avere.

E' vero, questo post non tratta di tematiche sociali di rilievo come tendo a fare solitamente, ma avere un quadro dello spaccato della nostra società è importante per capire dove stiamo andando e dove potenzialmente potremmo essere diretti.
-----------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

martedì 28 ottobre 2014

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Il Cattivo Esempio

Ho appena ascoltato in una intervista sull'emittente ligure Primocanale, l'Assessore al Bilancio della Regione Liguria Rossetti del PD il quale ha dichiarato che con minime variazioni porteranno in consiglio per l'approvazione, il bilancio consultivo su cui la Corte di Conti ha di fatto posto parere contrario su molti punti di non poco conto.

La ragione principale per cui si attua questa "disobbedienza"? Semplice, poiché lo Stato, il Governo, si comportano nei confronti della Corte dei Conti allo stesso modo, non si capisce perché la Regione Liguria non possa fare lo stesso.

Badate bene, formalmente ha ragione, di fatto però è grave non prendere in considerazione le sottolineature e le correzioni che la Corte di Conti vuole che tu faccia in sede di approvazione del Bilancio consultivo. Aggiungo anche che esiste il rischio che poi per rispettare certe "coperture" e certe somme che devono essere messe a garanzia (per es. la Corte dei Conti ha chiesto 27 milioni di euro a garanzia dei Future che la Regione Liguria ha sottoscritto contro i 17 e mezzo che invece la Regione ha stanziato) si verifichi la necessità in fase di nuovo Bilancio preventivo, di aumentare le tasse come IRAP ed IRPEF.

Intanto il PD trema: si vociferano candidature importanti per le primarie liguri: a parte la Paita (detta anche Attila flagello di Dio vista la gestione dell'assessorato alla protezione civile), Cofferati, Zanda, ecc…

Insomma non ci vogliono mollare. Quasi quasi io li denuncerei per stalking. Lasciateci non vi vogliamo più non perseguitateci oltre.

Certo, ci vuole anche una alternativa seria e se il M5S vuole essere tale alternativa, deve però necessariamente risolvere le problematiche interne di cui ho già scritto in precedenza su queste pagine.

Daniele Verzetti Rockpoeta®
-----------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

lunedì 27 ottobre 2014

OPINIONE DEL ROCKPOETA: "Lo Scivolone di Grillo"

Delle farneticazioni ben presentate da Renzi (unica cosa interessante è il rilancio del Reddito di Cittadinanza che però non è farina del suo sacco…) c'è ben poco da dire se non che, se il lavoro cambia non significa che si devono tranciare i diritti dei lavoratori. Anche volendo seguire il solco delle sue proposte, va detto che prima si dovrebbe rilanciare l'occupazione e poi allora, volendo, renderlo più flessibile. Solo così potremmo dire che chi perde lavoro poi dopo poco lo ritrova. Ora chi perde lavoro non lo ritrova più e le imprese non licenziano più per riassumere giovani a costi stracciati, ma licenziano per non riassumere più e basta.

Insomma, per riprendere una metafora di Renzi, sarebbe come avere un I Phone 6 e sperare di farlo  funzionare senza la batteria…

Detto questo, non posso esimermi dal commentare lo scivolone di Grillo in Sicilia.

Caro Beppe, la mafia non è stata corrotta dallo Stato ma semplicemente quello che è successo è che una nuova generazione più spietata, più "moderna" e più feroce, ha preso il potere sostituendo o, per dirla alla Renzi, "rottamando" la vecchia guardia che aveva, come tu hai detto, "una sua morale".  Gli assassinii di Falcone e Borsellino hanno segnato una svolta che poi ha portato alla crescita della N'Drangheta che ha saputo, meglio di mafia e camorra, intraprendere il filone internazionale di affari e  malaffare ad altissimo livello.

Per carità, se pensiamo al capo claque di Renzi che invitava ad applaudire (le immagini di Sky tg 24 sono evidenti) ed anche alle clownesche dichiarazioni della minoranza PD che parla ma non fa,  ci rendiamo conto che certi scivoloni sono gravi ma non tali da determinare un revirement teso a riapprezzare il PD, ma resta il fatto di un Grillo e di un movimento che forse si devono interrogare su alcune questioni interne e capire dove vogliono davvero andare.
--------------------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

venerdì 24 ottobre 2014

L'Angolo del Rockpoeta: " Songs"

SONGS

California girls in my ears
But I have you in my eyes
And want you in my life

Road to nowhere
Shit in our mouths
Death in our hands

That day I died
I cried louder for a breath,
No answer
No hope.

But It's all right
X Factor is coming back
And we don't care how fat and full 
Of  heard lies we are.

And we sing lalala
Instead of Tatati
And tears run high over my head.

We sing without words
Speachless
And I know
El pueblo will always be defeated.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA

martedì 21 ottobre 2014

ESSERE IN CARTELLONE ALLA CLAQUE...

Essere stato in conferenza stampa giovedì 16 ottobre mattina ed essere stato inserito nel cartellone della stagione 2014/15 della Claque in Agorà a Genova, mi ha riempito di orgoglio.

QUI VI LASCIO IL LINK DELL'ARTICOLO DOVE PARLANO DELLA STAGIONE E CITANO ANCHE ME E POI SOTTO LE DATE, COMPRESA LA MIA APPENA PASSATA

La Claque 2014/2015
Stagione fino al 31 dicembre 2014
OTTOBRE
Venerdì 17 : PALCO NUDO / Operatori scolastici live
Sabato 18 : DANIELE VERZETTI ROCKPOETA® / Life of dreams?
Giovedì 23 : CRISTINA DONA’ / Così vicini
Venerdì 24 : LIGURIANI / Stundai
Sabato 25 : XENIA ENSEMBLE E SILENT QUARTET / EUTOPIA Le strade del suono
Domenica 26 : ZIBBA / Mentre tour
Venerdì 31 : ABSTRAXION + WOLAND / Electropark 
NOVEMBRE
sabato 1: PORT ROYAL / Electropark
Giovedì 6 : AVANGARDE BOYZ + MARTIN BASILE
Venerdì 7 : MENCONI TRIO + ABA / Zenart
Sabato 8 : ACOUSTIC GUITAR PROJECT GENOVA 2014
Giovedì 13 : FRANCESCA ISOLA / Quelle brave ragazze
Venerdì 14 : MANIMAN TEATRO / Cabarettisti contro improvvisatori
Sabato 15 : Le trame del legno di Federico Bagnasco / EUTOPIA Le strade del suono
Giovedì 20 : ALESSANDRO BERGALLO / Prima o poi doveva succedere
Venerdì 21 : MARINA REI / Pareidolia
Sabato 22 : HENRY CARPANETO / Voodoo Boogie
Giovedì 27 : WOMEN FROM MARS / Silent reflections
Venerdì 28 : PICCHIO DAL POZZO / Live
Sabato 29 : ROBERTO NAPPI CALCAGNO / RNC LAB
Domenica 30 : MARCO TINDIGLIA & ANDY SHEPPARD / GEZMATAZ WINTER / Meeting Point
DICEMBRE
Giovedì 4 : MARCO FADDA
Venerdì 5 : ORCHESTRA BAILAM / Taverne Cafè aman e Tekès
Sabato 6 : ACOUSTIC GUITAR PROJECT GENOVA 2014
Domenica 7 : MLADEN / Intimista
Giovedì 11: SIRIANNI & REBAUDENGO / Nella prossima vita
Venerdì 12 : DANIELE FRANCHI / I Believe
Sabato 13 : CRISTINA NICO + CLAUDIA PISANO
Giovedì 18 : ALESSANDRO BERGALLO / Prima o poi doveva succedere
Venerdì 19 : LA STANZA DI GRETA
Sabato 20 : LI FIJII DER PAPA / Che te reading?
Mercoledì 31 : CAPODANNO/ CARAVAN SOCIETY 

mercoledì 15 ottobre 2014

Per Il Mascherona… Repetita Juvant :-)))



Venite numerosi! Si parla tanto di fare qualcosa per aiutare i centri antiviolenza ma poi tutti parlano soltanto e non fanno mai nulla di concreto. Questa volta, invece, qualcosa di concreto possiamo davvero farlo, tutti insieme!

Daniele il Rockpoeta
---------------------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

venerdì 10 ottobre 2014

L'Angolo del Rockpoeta: E Di Nuovo Come Sempre...

Un'altra alluvione, un altro morto. Tre anni passati invano come spesso tutti noi genovesi abbiamo più volte denunciato. 

7 Ottobre 1970, 4 Novembre 2011, 9 Ottobre 2014… Come se non sapessimo che tutto questo si sarebbe potuto evitare se si fosse agito per tempo...

AGGIUNGO SOLO CHE IO SONO STANCO DI…

MACERIE DI PIOGGIA

Acqua esonda dentro sofferenze acute
Ferite mai chiuse
Macerie di terra, fango e pioggia
Mai abbandonate.

Pioggia bagna volti prosciugati dall'amarezza
Con dignità dipinta sui loro sguardi
E polvere tra le dita.

Terra sfatta, crollata
Bagnata fradicia
Ma soprattutto schiacciata da bugie ed inettitudine.

Una faccia alza lo sguardo verso il cielo
Beve lacrime di pioggia e rabbia.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA
------------------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

giovedì 9 ottobre 2014

My 12 Minutes Live…Minireading in Sulmona

Un altro piccolo cadeau da Sulmona...



---------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie

lunedì 6 ottobre 2014

Rockpoeta On The Road A Sulmona

Il Rockpoeta a Sulmona per dire No al gasdotto che passerebbe all'interno del Parco della Majella ed alla realizzazione della centrale di compressione a Sulmona


-------------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

mercoledì 1 ottobre 2014

Per Il Mascherona...


Venite numerosi! Si parla tanto di fare qualcosa per aiutare i centri antiviolenza ma poi tutti parlano soltanto e non fanno mai nulla di concreto. Questa volta, invece, qualcosa di concreto possiamo davvero farlo, tutti insieme!

Daniele il Rockpoeta

-----------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

martedì 23 settembre 2014

OPINIONE ROCKPOETA: Sordità Mediatica

Oggi si parla giustamente della crisi, del pochissimo lavoro che esiste, di come per risolverlo ed "incentivare" gli imprenditori ad assumere e produrre di più invece che rilanciare l'economia si vogliano facilitare i licenziamenti e quindi invogliare investitori stranieri e nostrani a mettere capitali in Italia solo perché offriamo loro schiavi locali a basso costo, ma si sta mettendo un po' troppo in un angolo un problema che non si è risolto e che se forse ha ridotto i numeri preoccupanti del passato non è certo per nostri meriti ma probabilmente proprio perché si licenzia sempre di più: sto parlando delle morti sul lavoro.

Spiace molto che debba accadere un fatto drammatico come quello vicino a Rovigo,  ed ancora una volta sembra per il mancato rispetto di "semplici" norme di sicurezza, perché di nuovo un po' si ritorni ad affrontare questa problematica. Questa sordità mediatica mi urta sensibilmente.

Io, anche se mi sto convincendo che forse ripetere e ribadire non serva a nulla o quasi, ci riprovo e vi lascio a QUESTO MIO POST  di ben sei anni fa (uno dei tanti che ho fatto in questi anni su questo problema, compresa anche una sorta di raccolta firme virtuale per dire BASTA alle morti sul lavoro) che voleva e vuole ancora adesso sensibilizzare a "modo mio" su questo tema devastante.
-----------------------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

venerdì 19 settembre 2014

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Scozia Ed Art. 18

Scozia ed art. 18 dello Statuto dei Lavoratori. Cos'hanno in comune questi due temi per accomunarli?
Apparentemente nulla.

Sul primo possiamo osservare purtroppo come ancora esista una maggioranza sia pure risicata di conservatori e come il passo dalla restaurazione al cambiamento vero e reale, richieda ulteriori lotte, denunce, prove e sacrifici.

Sul secondo, possiamo osservare in primis come Renzi eviti il problema dicendo che non si deve limitare tutta discussione sul Job's Act all'art 18 e che altre sono le cose importanti. Ok, allora, non tocchi quell'articolo e discutiamo tutti sul resto della (presunta a mio modo di vedere) sua proposta di riforma.

In seconda battuta vorrei farvi una domanda: trovate logico sentirvi dire che semplificando i licenziamenti si stimola ad assumere? Io, onestamente, trovo questa realtà quasi pari ad un ossimoro, soprattutto poi in questo periodo storico in cui si versa in una crisi profonda e nel quale le imprese licenziano appena possono ma ad assumere altro personale non ci pensano per niente.  Io credo che si stimolino le assunzioni facendo crescere la domanda interna, abbassando il costo del lavoro (ma non i salari, i costi reali del lavoro!) e ridando così fiducia al consumatore ed al Paese nel suo insieme.

Fatta questa piccola digressione concludo il post tornando al tema iniziale. Cosa accomuna queste due notizie?

Semplice, la manipolazione dell'informazione o, meglio, il tentativo evidente di manipolare le opinioni delle persone: Sulla Scozia,  Ezio Mauro di Repubblica fa un intervento on line dove dice, in un video, che la vittoria dei NO è un chiaro segnale contro i nazionalismi. Ora, si fosse trattato di un referendum per l'indipendenza della Liguria, posso capire che quel suo commento avrebbe avuto un senso, ma sulla Scozia che di fatto è già uno Stato per molti aspetti, parlare di sconfitta della deriva nazionalista, lo trovo davvero patetico e mostra la paura che molti  hanno di poter vedere nuove realtà libere ed indipendenti e fuori dal "Sistema".

Idem per l'art 18 dove tolte le dichiarazioni dei protagonisti che non possono essere travisate od omesse,  i fondi di molti opinionisti e pseudo giornalisti sono quasi tutti asserviti alla tesi di Renzi e del suo Governo che di democratico ha davvero poco.

Ecco, la paura ed il servilismo filo europeista, o se volete filo BCE ed amichetti vari, è quello che unisce le due notizie e soprattutto il commento delle stesse ed il livore misto a paura (una paura scongiurata per quanto concerne la Scozia al momento) di vedere realtà e politiche libere e sociali avere la meglio contro un conservatorismo violento ed un Periodo di Restaurazione che dura ormai da tempo e che solo molto lentamente forse si riuscirà ad erodere per poi sgretolare definitivamente.
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNotizie Clicca QUI

martedì 16 settembre 2014

L'Angolo del Rockpoeta: " La Lettera"

Questo link è davvero sconvolgente: cliccatelo e poi continuate pure a leggere il post...

LA LETTERA

"Gentilissima Maestra

Ci scusiamo per il pessimo voto di nostro figlio sul tema " La carne che mangi è sana?"

La preghiamo di credere che la responsabilità è tutta nostra e che il ragazzo non c'entra nulla.
E' che lui la carne non l'ha mai mangiata
Non abbiamo i soldi per dargliela,
Così come non abbiamo abbastanza denaro per tutti i libri di scuola
O per i giocattoli che altri suoi compagni di classe hanno,
E pertanto non sapeva letteralmente cosa scrivere.

Cercheremo di porre rimedio a questa mancanza per quanto possibile.

Firmato
I genitori di Antonio."

Carne
Giocattoli
Istruzione scolastica
Sono lussuosità per pochi abbienti oramai.

Strisciante analfabetismo 
Serpeggia all'orizzonte
L'istruzione di base, bene di lusso obbligatorio.

Prestiti per pagare i libri
Quando mancano le sovvenzioni comunali

E l'infanzia gioiosa
E' una chimera dalle ali spezzate
Una realtà per pochi.

"Cara maestra
Oggi i miei genitori mi hanno portato al supermercato ed ho potuto vedere la carne.
Ora so com'è fatta ma cruda, quindi non posso lo stesso dire se è sana e se è buona.

Perdona la mia povertà Maestra
Antonio."

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA
--------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

venerdì 12 settembre 2014

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Il Torneo di Calcetto Più Caro Del Mondo!

Sono nauseato, incazzato nero e stufo di essere preso per in giro!!!!

Vi presento (basta che per un attimo facciate un click su questo link) il torneo di calcetto più costoso del mondo o se preferite più caro al mondo!!!! Parliamo di 185.000 euro per una sfida a tappe tra varie ed amene città della Lombardia, la cui formazione vincente poi affronterà una sorta di selezione della Regione capitanata dal grande Maroni!

Calcetto capite??? E Maroni si difende dichiarando che è stato fatto per promuovere l'Expo!!!!

E poi questi essere abietti dicono che non ci sono soldi. Ecco dove vanno a finire i nostri soldi!!! E magari poi quando si tratta di organizzare un evento culturale e sociale i Comuni, le Regioni e gli Enti Pubblici in genere, piangono miseria!

Anatema su di voi essere nauseanti!
-----------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

giovedì 11 settembre 2014

OPINIONE DEL ROCKPOETA: It Was The Day...

Trovare altre nuove parole per quella tragedia e per quel dolore non è facile.

Almost 3,000 dead… Correva l'11 settembre 2001.

E la Storia cambiò e con essa il nostro misero bagaglio di certezze…

giovedì 4 settembre 2014

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Tutti I Nodi Vengono Al Pettine

Per quei pochi o tanti illusi che si erano convinti che la furbata degli 80 euro (lordi) in busta paga (e non per tutti) fosse la prova di un esecutivo differente dagli altri, ecco che davvero oggi i nodi vengono al pettine (non solo da oggi, in verità).

In primo luogo per dare a pochi quegli 80 euro lordi le tasse sono aumentate per tutti con il risultato che chi ha avuto quel lieve aumento di 47 euro netti lo ha di fatto utilizzato o lo utilizzerà per l'aumento della tassa sulla casa ecc….. Gli altri non hanno avuto neanche questa magra soddisfazione. Inoltre oggi si è avuta l'ennesima doccia fredda.

Eh già, perché Renzi ha dichiarato che anche per quest'anno i salari e gli stipendi dei dipendenti pubblici non saranno aumentati. In realtà "aumentati" non è la parola giusta, dato che si tratta in verità di adeguarli al costo della vita attuale dato che sono fermi dal 2010 mentre tutto il resto aumenta e parecchio...

Tra questi dipendenti abbiamo tra l'altro non solo magari dirigenti amministrativi ma soprattutto insegnanti, forze dell'ordine, tanto per fare alcuni esempi importanti. Forze dell'ordine che minacciano uno sciopero consistente se non cambieranno le cose.

Intanto Draghi fa un gesto importante, oserei dire quasi roboante, che denota non un atteggiamento filo - italiano, ma solo un comportamento realistico e conscio del fatto che la deflazione grave che si ha in Europa sta lentamente colpendo tutti, e va sconfitta.

La presunta miopia di tanti in Europa e non solo, resta (forse) un mistero, ma va sconfitta perché oramai la crisi è davvero all'ultimo stadio ed un cambio di rotta urge veramente.
---------------------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

lunedì 1 settembre 2014

L'Angolo del Rockpoeta: "Ammutinamento"

AMMUTINAMENTO

E se le lettere e le parole evadessero dai libri
Stanche di una prigionia insensata
Soffocate da polvere figlia di pagine mai sfogliate?

E se le consonanti si ammutolissero
Seguendo chi ha già scelto quella strada
Come un capo silenzioso ma carismatico.

E se le vocali urlassero isolate
La loro rabbia
Il loro impotente senso di inutilità?

E se noi
Non potessimo più parlare
Pensare
Scrivere, narrare, sognare?

E se le lettere evadessero dalla Storia
E Dalle nostre corde vocali
Dalla nostra mente e dalle nostre emozioni,
Sapremmo e riusciremmo di nuovo a piangere ed amare?

E se quel giorno fosse oggi,
Davvero l'uomo capirebbe l'insulsa essenza della violenza?
E comprenderebbe il senso vitale del loro ammutinamento?

Sguardi
Tatto
Lacrime e sorrisi
Si intensificherebbero
Cancellando l'odio
O diventeremmo ancora più crudeli ed efferati?

Apriamo gli occhi
E sentiremo ululati bestiali di uomini senza espressione
Uccidere
Appellandosi a significati distorti di parole pulite.

E se i nostri sensi
Stanchi di violenza
Ci abbandonassero?

Prima le lettere dei nostri alfabeti
Poi udito e vista, olfatto
E poi il tatto...
Ed un corpo inerme, vuoto
Uno spento involucro
Vagherebbe senza meta
Cancellato dalla sua stessa ferocia.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA

sabato 30 agosto 2014

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Del Piero Ed I Marò

E' vero, apparentemente ci sono problemi più seri di questo, ma ci sono alcuni aspetti di questa vicenda legata "all'intervento - appello" della Meloni nei confronti di Alex Del Piero teso a chiedergli di rifiutare il trasferimento in India, che mi hanno fatto scattare, nonché in un caso rafforzare, alcune mie riflessioni.

In primis, perché proprio Del Piero deve fare l'eroe? Non mi risulta che l'Italia abbia cacciato via gli indiani che stanno qui nel nostro Paese, né che abbia chiesto o obbligato a chi lavora in India o (cosa più possibile) abbia contatti con quella nazione (vedi imprese di import - export per es.) di staccare la spina e smettere di fare affari con quello Stato.

Non mi pare neanche che sia stata allontanata dall'Italia la rappresentanza diplomatica Indiana (ma su questo punto magari potrei essere in errore) ed allora mi chiedo perché proprio e soltanto Del Piero debba per primo fare il passo indietro.

Inoltre, e questo da sempre, mi sono domandato come mai ben due governi Indiani succedutesi, siano stati (e quello attuale continui ad esserlo) così testardi dal e nel non voler rilasciare i due marò o quantomeno nell'aprire una trattativa seria per risolvere questa intricata e spinosa vicenda. Quale motivo logico, mi chiedo ( se non quello di un capriccio - ma tendo ad escludere un'ipotesi così puerile a questi livelli -), avrebbe l'India nell'insistere così ossessivamente nel voler di fatto far condannare i 2 marò italiani.

Ed allora mi balza alle orecchie :-))) un video che i marò fecero durante la loro detenzione quando (soprattutto uno dei due) piuttosto arrabbiati chiesero decisamente al nostro Governo perché si trovassero ancora lì in India quando loro avevano semplicemente "Obbedito a degli ordini". (guardate il video al 15")

Ecco, questa frase mi è suonata strana. Io, al posto loro, mi sarei chiesto perché sono recluso in India quando non ho sparato a nessuno, o cmq non ho colpito pescatori ma criminali e sono oggetto di accuse false, infamanti e diffamatorie. Invece, peraltro solo in quella specifica occasione, nel video viene detta quella frase in modo chiaro e specifico.

Ed allora, mi chiedo e concludo: sappiamo davvero tutto sulla missione che i 2 marò avevano da compiere in acque indiane? E se è così, perché questa mollezza dell'Italia nell'intervenire? Ed ancora perché quando sono giunti in Italia non li hanno tenuti qui fregandosene altamente dell'India? D'altronde quando ci fu la vicenda del Cermis, gli USA disinteressandosi altamente della giustizia Italiana, si portarono via i due piloti "giudicandoli" poi in casa loro…

Ecco, su questa vicenda io continuo ad avere questo fastidioso ronzio di dubbi che non trova pace e soluzione in me.  E voi, che opinione avete al riguardo?
----------------------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

giovedì 28 agosto 2014

L'Angolo del Rockpoeta: ICE BUCKET CHALLANGE

Io spero che non abbiate bisogno di sperimentare con il ghiaccio certe sensazioni per dare un piccolo contributo, spero che basti la sensibilità di tutti per aiutare a raccogliere fondi per la ricerca sulla SLA.
Cmq, per chi volesse saperne di più, questo video è davvero istruttivo... 

Io, nel mio piccolo, vi lascio invece a riflettere con questi miei pochi versi.

IO NON POSSO PARLARVI

Io non posso parlarvi
Non con la mia bocca
Con il mio fiato
Con il suono della mia voce.

Io non posso parlarvi
Non con le mie braccia
Con le mie mani
Con le mie dita.

Io non posso toccarvi
Sfiorarvi la fronte e sussurarvi suoni di luce.

Io non posso raggiungervi
Non con le mie gambe
Non con il mio scatto.

Io però posso parlarvi
Con i miei occhi
Le mie lacrime
Il mio sorriso
La mia tenace voglia di vivere
La mia ferrea determinazione a lottare.

Io posso
Posso parlarvi
Ma voi
Voi, siete davvero disposti ad ascoltarmi?

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA
----------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi su OKNOtizie Clicca QUI

martedì 26 agosto 2014

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Contraddizioni Ed Incertezze Della Sigaretta Elettronica

La Sigaretta elettronica è nata per convincere i fumatori a cessare l'uso delle sigarette, chiamiamole "tradizionali", al fine di far ridurre se non smettere questo vizio o cmq, alla peggio, per far fumare senza più essere attratti dalle vecchie "bionde" e fumando  in modo ritenuto se non innocuo, almeno molto poco dannoso.

Ora, invece, non solo si osserva che la sigaretta elettronica non impedisce ai fumatori di accendersi anche poi la loro vecchia e cara sigaretta, ma l' OMS afferma pure che non esistono prove scientifiche che sostengano l'assenza di pericolosità del fumo passivo derivante da sigaretta elettronica al punto da chiedere di proibire di fumarla in spazi chiusi e vietarne l'uso alle donne incinta. 

Ma allora, se non serve a nulla perché continuare a farla produrre? Toglietela dal mercato.

Io che non fumo, provo poi a mettermi nei panni di un fumatore: se io con la sigaretta elettronica ho gli stessi rischi o quasi che avrei fumando quella tradizionale, se non posso (non potrò) fumarla in luoghi chiusi e quindi ho gli stessi problemi e divieti della sigaretta "classica" ed in più (questo a detta di molti fumatori) la sigaretta elettronica ha meno sapore e mi piace meno, perché mai non dovrei tornare al pacchetto tradizionale?

Insomma, alla fine sembra che il modo migliore per fumare in modo sano resti non fumare affatto.
---------------------------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNotizie Clicca QUI