mercoledì 30 novembre 2011

OPINIONE DEL ROCKPOETA: La Politica Si Ribella

Cbissà, se non proprio ribellione, almeno presa d'atto e di coscienza che serietà ed azione nell'interesse del Paese, dovranno essere, d'ora in avanti, le ricette per il prossimo futuro dell'Italia (sempre se avremo un futuro, un vero avvenire perché visti i chiari di luna...).

Ieri a Ballarò Bindi ed Alfano, hanno iniziato forse a capire quali danni ha causato il dimenticarsi di fare politica vera in tutti questi anni.

Monti farà una riforma, se le voci che circolano saranno confermate, davvero drammatica, soprattutto sulle pensioni. Qui di rigore ne avremo molto, di equità nulla, di crescita ancor meno.

Ma i conti torneranno a posto, e poco importa se poi dovremo ancora rincorrere il debito che crescerà di nuovo dato che le spese ci saranno sempre e se non avremo crescita (leggasi ricavi , entrate o come preferite chiamarle) dovremo sopperire all'assenza della medesima con altri debiti. A quel punto, oramai, Monti sarà lontano, lui il suo compito l'avrà portato a termine e, per le cronache anche con successo; da quel momento toccherà pertanto alla politica raccogliere i cocci di una manovra tesa tutta al presente e non proiettata anche e seriamente in una progettualità di crescita futura.

Perché é questo che dovrebbe fare la politica. Agire sul presente ma anche (permettete il "veltronismo" linguistico lol) investire sul futuro per avere un Paese che possa progredire e che non arresti la sua crescita nel tempo.

E' anche ora di rendersi conto che la Germania non é il nostro padrone, che se muore Sansone (cioé l'Italia) morirannno anche i filistei. Perché se noi dovessimo uscire dall'euro, ipotizzando anche scenari difficili (ma é tutto da dimostrare, perché noi per es. a quel punto potremmo stampare moneta come fa l'Inghilterra che é fuori dall'euro e non sta poi alla frutta direi) anche la Germania ed altri Paesi europei avrebbero problemi. I titoli di Stato italiani che le loro banche hanno in pancia, ipotizzando uno scenario drammatico uscendo dall'euro, non sarebbero così sani anzi sarebbero forse anche "tossici". Gli scambi commerciali, poi, (l'80% delle esportazioni della Germania avvengono nell'area euro) ne risentirebbero e non é da escludere (le stesse banche anche internazionali lo ritengono possibile) un abbandono della moneta unica da parte di tutti. In realtà, come ho già detto, l'euro da solo non ha senso se dietro non é sostenuto da un vero progetto politico di Europa Unita e non "guidata" da un unico Paese colonizzatore.

Una vera moneta deve avere alle spalle una Banca che possa stamparla, la possibilità di vedersi difesa dall'emissioni di obbligazioni per rastrellare denaro dagli investitori (leggasi "eurobonds"), altrimenti é solo un giocattolo grazioso, divertente, ma inutile, quasi nocivo alla lunga.

Aggiungo che una riforma "lacrime e sangue" italiana, se non sarà accompagnata da passi importanti della Germania in Europa per spingere il progetto di crescità ed unità nell'area euro, sarà stata quasi del tutto inutile.

La politica forse di tutto questo oggi se ne sta accorgendo. Se ne accorge quando vede che lei stessa può essere profondamente travolta da questa crisi. Bisognerà che Monti, il suo esecutivo ed il Parlamento tutto, non siano così miopi, se non ciechi, dal pensare di salvare il Paese e soprattutto se stessi con una riforma che colpisca il solito 90% di poveri e medio-poveri, invece di quel 10% che possiede il 50% della ricchezza in Italia.

Il tempo stringe, la data del 5 dicembre é sempre più vicina e tutti noi la viviamo con ansia e con il fiato corto, perché corto, o breve se preferite, é il tempo che ci resta per salvarci.
---------------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

lunedì 28 novembre 2011

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Gesù O Barabba?

Gesù o Barabba? Vi ricordate chi scelse il "popolo" no?

Perché quest'apertura di post? Perché oggi, a mio avviso, si ripropongono (metaforicamente e parafrasando il concetto) lo stesso quesito e lo stesso problema.

Eh sì, perché pare che una volta che si caccia il "nemico" poi non ci si interessa di altro. Quando una rivoluzione é finita, la Storia ci insegna che si deve cmq vigilare per essere attenti su chi prende il potere e cosa realmente fa una volta insediatosi nelle famigerate stanze dei bottoni.

Invece qui tutto tace. Su OKNOtizie, dove fino a quando c'era il Cav il portale pullulava di post politici e legati alle malefatte dell'oramai ex-Premier, ora invece, tranne un paio di notizie, nessuno più si occupa di politica. Eppure - e chi mi legge lo sa - a mio avviso di cose da dire ce ne sarebbero molte, e tenere gli occhi bene aperti sarebbe ora più che mai fondamentale.

Ma il popolino ragiona diversamente. Se al Popolino chiedi cosa preferisce tra Gesù (leggasi occuparsi di quanto accade e quantomeno tenersi informati e vigilare in concreto su quello che succede attorno a noi) e Barabba, ossia invece inveire solamente sul nemico comune (peraltro incapace di fare per fortuna quelle manovre scandalose che ora invece Monti farà non essendo politicamente ricattabile da nessuno per festini e leggi ad personam) per poi tornare a farsi i fatti propri perché capire cosa accade dopo é troppo fatisco e stancante, state tranquilli che il volgo mediatico e moderno sceglierà sicuramente "Barabba".

Perché l'animo umano purtroppo sembra immutabile. Ama la strada più facile anche quando é vile, codarda e sbagliata. E' il fascino di Barabba, che dice al popolo quello che vuole sentirsi dire, anzi non ne ha neanche bisogno, perché il popolo semplicemente non ha voglia di sentire Gesù e scegliere quindi la strada più "difficile".

Ed allora mi chiedo: ma quanti di voi vogliono di nuovo far la scelta sbagliata?
---------------------------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

venerdì 25 novembre 2011

OPINIONE DEL ROCKPOETA: La Romantica Chimera

Succedono sempre le stesse cose. Almeno in Italia. Dai media, salvo alcuni di parte legati al Cav, le critiche a Monti sono quasi inesistenti e quando vengono fatte sono molto soft.

Eppure io ribadisco di aver trovato scandaloso che le misure di "resurrezione" (ma sarà poi vera rinascita?) del nostro Paese siano state fatte vedere in "anteprima" alla Merkel ed a Sarkozy e non agli Italiani.

Aggiungo inoltre che più ICI e più IVA (vedremo poi l'aspetto del "meno IRPEF") mi lascia perplesso. Non vedo in queste misure l'aspetto della possibile crescita del Paese e si colpisce poi indiscriminatamente tutti e tra l'altro ottenendo un piccolo brodino non molto utile. Sull'IVA va detto anche che é una misura che può essere controproducente proprio per la crescita.

Se aumentiamo l'!IVA, va da sé che aumentano i prezzi al consumo dei beni che ad essa sono ovviamente soggetti. Questo può o potrebbe comportare un'ulteriore contrazione dei consumi e quindi poi anche, di conseguenza, del gettito dell'IVA stessa che entrerebbe nelle casse dello Stato. E sì perché é vero che questa tassa la pagano prima i commercianti (pensiamo ai negozianti tanto per fare un es) e poi noi poveri consumatori, ma se poi la merce resta loro invenduta, la volta successiva l'ordine che faranno sarà inferiore se non nullo dato che non avranno certo intenzione di tenersi loro sul groppone quella tassa, per cui ci potrebbe essere il rischio di un risultato inferiore alle previsioni di Monti e soci...

Quanto al "meno IRPEF", se ho capito bene, in pratica si traduce in una "dilazione IRPEF". In realtà, mi pare, non si tratta di pagare meno ma di non pagarla adesso in questi mesi per poi però doverla restituire tutta quanta in un'unica soluzione (o botta) a giugno. Quindi più un "prestito" che uno sconto... Anche perché sperare di ridurre l'IRPEF ai redditi più bassi, cosa che sarebbe positiva, temo risulterà di assai ardua realizzazione se si pensa di poterla ottenere con il gettito in più ricavato da ICI (o Super IMU come si dovrebbe chiamare e che dovrebbe restare peraltro ai Comuni secondo quanto diceva Fassino a Ballarò martedì scorso) ed IVA...

Insomma, io non vedo in queste misure una soluzione vincente. Quanto alle Pensioni, si sente una tal ridda di voci che si capisce poco. Dalle parole della Formero sembrerebbe che si voglia solo accelerare l'entrata in vigore di cose già decise in precedenza. Ma, mi chiedo, come colloca il Governo Monti il cinquantenne che viene licenziato (perché questo di fatto é accaduto a Termini Imerese) e lasciato per strada senza lavoro. E questo é solo un esempio.

Vorrei tanto sbagliarmi, ma vedo cmq solo una manovra lacrime e sangue per risanare o provare a risanare i conti pubblici.

Quanto alla crescita, al momento, mi pare solo una romantica chimera...
------------------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

mercoledì 23 novembre 2011

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Il Coraggio Simulato

Perché ICI no? Beh, sarebbe già esaustivo aver visto ballarò ieri sera e vedere che chi abita nella zona dei Parioli paga come colui che abita sulla Casilina.... Forse si dovrebbero prima limare, tra l'altro, tutte queste incongrenze...

Perché non toccare le pensioni? Credo che rimandarvi a Ballarò di ieri sera sia ancora una volta importante. Io, mi ripeterei in concetti qui già espressi altre volte. Patrimoniale, lotta seria all'evasione e rilancio della crescita, sono alcune delle cose urgenti da fare.

Temo sempre più un Governo Monti che metterà in ginocchio il ceto medio (oramai sempre più "basso") e la povera gente. In Francia le tasse sono salate (percentali anche del 45%); peccato però che ci si detragga quasi tutto (compresa la babysitter).

Insomma, ok equipararci all'Europa ma magari sarebbe interessante prendere, qualche volta, anche il meglio.... E poi, scusate, ma Crozza ha ragione: possibile che in Europa tutti debbano sempre e solo riprendere l'Italia? Passino le innumerevoli volte in cui tardiamo a recepire le direttive comunitarie, ma in questo periodo se noi stiamo male, Nazioni come la stessa Francia che si atteggiano tanto da "prime della classe", non stanno poi così bene (anche se meglio di noi)...

Aggiungo ancora che se non ci fossero interessi "personali" di Stati come la Germania, le soluzioni per aiutare l'UE ci sarebbero: gli eurobonds su tutte, e la possibilità per la BCE di stampare ed erogare moneta agli Stati membri. Ma la Germania questo non lo vuole e quindi...

Tornando all'Italia, la crisi é globale, ed é vero. Vero é anche, però, che qui da noi non si hanno la forza ed il coraggio di provare ad uscire da questo pantano con soluzioni vere, efficaci, che tocchino davvero tutti.

E sono questa idiosincrasia alla vera equità sociale, questo "coraggio simulato", che rischiano di essere la nostra condanna al fallimento.
--------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

lunedì 21 novembre 2011

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Marchionne Cancella I Sindacati

Siamo in stand by... Attendiamo di conoscere le misure per uscire dalla crisi che avrà ideato Monti con il suo staff, pardon, governo.

Certo che se dovessi dare ascolto alla ridda di voci e di indiscrezioni che si sentono in giro, sarebbe davvero da mettersi le mani nei capelli.

Ma prima di dare un giudizio io voglio attendere l'ufficializzazione di queste misure e non dare un parere sui "sentito dire".

Detto questo, intanto assistiamo al totale far west che nell'ambito del mercato del lavoro esiste a livello di grandi imprese.

I Sindacati hanno dichiarato che Marchionne avrebbe cancellato "tutti gli accrodi sindacali vigenti ed ogni impegno derivante da prasi collettive in atto " in tutti gli stabilimenti italiani a partire dal primo gennaio 2012.

Alla faccia del rispetto della legalità e degli accordi presi. Qui tutti fanno a modo loro usando il pugno forte di chi vuole provare a forzare la mano per indebolire sempre di più i lavoratori.

Intanto attendiamo il Dr. Monti e le sue misure. E vedremo poi quali saranno le differenze da Berlusconi. Sperando davvero, comportamenti imbarazzanti del Cav e leggi ad personam a parte, che ce ne siano...

Chiudo dicendo che oggi é il NO USURA DAY, argomento che ho già trattato in passato anche QUI oltre che nel link della riga precedente; aggiungo che oggi paradossalmente, sentivo su rainews24, che si denunciano molto meno questi casi rispetto al passato. E' una piaga che va stroncata e parlarne, farla emergere dalle tenebre in cui si trova riposta, é importante.
----------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

giovedì 17 novembre 2011

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Punti Essenziali Programma Governo Monti

Programma di Monti su Rainews 24: luci ed ombre:

1) Lotta all'evasione con potenziamento strumenti induttivi: ok ma magari se si riuscisse ad essere induttivi ed intuitivi con chi ha yachts e ville ovunque sarebbe già un passo avanti....

2) Riduzione costi degli organi elettivi: abbattere quindi i costi della politica nazionale? Vedremo...

3) Riduzione nel tempo della pressione fiscale;

4) Ha di fatto accennato alla Patrimoniale anche senza mai chiamarla con tale nome. Monti però vuole anche l' ICI sulla prima casa. Alla faccia dell'equità...

5) Costo del lavoro: d'accordo con le Parti Sociali ridurre le disparità di trattamento tra chi, ha affermato Monti, ha fin troppi privilegi e tutele e chi non ne ha alcuni. Mah, vedremo in cosa si tradurrà in concreto, a parole sembra interessante ma può invece anche nascondere al suo interno un ulteriore e doloroso affondo sui requisiti minimi di diritti sociali in questo ambito e non solo. Interessante e da capire in che modo sarà attuata, la proposta di tassazione agevolata per le donne lavoratrici. Non si parla di Welfare e di sanità tranne per un'attenzione a quelle famiglie che hanno a carico anziani.

6) Rilancio della ricerca ed aiuto e mantentimento in Italia di quelli che sono i nostri talenti (capitale umano). Questo punto lo trovo invece molto importante. Ha anche sempre parlato di necessità di equità sociale.

7) Pensioni: più che toccare l'età o altro sembra intenzionato a limare certi privilegi esistenti per attuare una redistribuzione ed un riequlibrio della ricchezza anche in questo settore.

Tanti altri sono i temi trattati. Questi, mentre in diretta sto ancora ascoltando su Rainews 24 il Dr. Monti, sono alcuni punti significativi.

Resto cmq molto timoroso e poco convinto, di parole ne ho sentite tante in questi decenni che resto molto diffidente. Vedremo se davvero ci saranno fatti e se questi fatti realmente porteranno anche ad una crescita sociale ed economica del Paese.
----------------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Governo Fatto, Benedetto (Anche Dal Vaticano) E Pronto a Spremerci Tutti

Governo realizzato. Dico soltanto una cosa: questo esecutivo piace a tutti, Vaticano compreso. Sulle tre donne ministro nei posti chiave del Paese (Interno, Giustizia e Lavoro) dico che è forse l'unica nota interessante.

Certo che tra "preti" e banchieri, sottosegretari prima all'Antitrust (Catricalà) e tanti altri tecnici non proprio legati al popolo, si resta, ritengo, ancora più timorosi e perplessi sulle misure che scaturiranno per farci uscire dal pantano.

Ecco, per es, già di Patrimoniale non se ne parla più, di ICI invece sulla prima casa ancora sì.

E Bersani lo benedice, d'altronde con tutti quei ministri legati all'area cattolica, la benedizione è sicuramente un atto dovuto. E cosi sia.
---------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

mercoledì 16 novembre 2011

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Il Teatrino Prosegue La Sua Farsa...

E Restaurazione fu. Si parla perfino di Amato e Letta (quello del Pdl per intenderci) tra i ministri. E meno male che doveva essere un Governo tecnico....

Ovviamente, come volevasi dimostrare, appena arriva uno "credibile" e che piace al PD ed a quella che fino a ieri era l'opposizione, ecco anche le "Parti sociali" (sociali de che direbbero a Roma?) che sono subito pronte e disposte (loro eh mica i lavoratori che rapprsentano...) a fare importanti sacrifici.

Anche i partiti politici con le posizioni in principio più rigide si stanno ammorbidendo (leggasi Di Pietro) con la sola parziale eccezione della Lega (parziale perché non va al Governo ma farà un'opposizione costruttiva e non contro a prescindere).

Le uniche cose sensate ieri le ho sentite (lo so che può sembrare incredibile ma é così) da Maroni: Patrimoniale e svincolare i Comuni virtuosi da quella insulsa legge di stabilità che impedisce loro di investire e spendere in opere anche necessarie per il proprio territorio oltre che per provare a rilanciare le imprese locali.

Non credo però che lo ascolteranno in tanti. Sono tutti troppo affacendati nel toto-ministri e nel cercare di incensare Monti come Salvatore della Patria....

E questo squallido Teatrino prosegue la sua farsesca rappresentazione senza ritegno, mentre io sono sempre più disgustato.
-------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

lunedì 14 novembre 2011

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Crescita Ed Equità Sociale???

Sono parole di Monti:"Crescita ed equità sociale".

Questa la ricetta segreta, la mirabile soluzione che Monti avrebbe trovato e pensato per uscire dalla crisi. Questi gli obiettivi che il neoincaricato Premier, che inizierà quanto prima le consultazioni, vuole proporre ai partiti politici ed attuare per rilanciare l'italia.

Mi sembra fantastico! La madre di tutte le soluzioni. Quello però che inizia già a lasciarmi perplesso e che mi pare faccia già scricchiolare fin nelle sue fondamenta questa costruzione propositiva, é l'idea allo studio dello stesso Monti di reintrodurre l'ICI sulla prima casa.

Alla faccia dell'equità sociale! Invece che tassare le rendite dei ricconi ed i patrimoni anche immobiliari dei grandi proprietari, si vanno a colpire i soliti noti, ossia quelle famiglie che con mutuo, lacrime e sangue, hanno potuto comprarsi un tetto sotto il quale vivere.

Ottimo Ci saremo anche levati di torno il Cav. ma se il buongiorno si vede dal mattino, avevo proprio colto nel segno (nella sostanza sia pure non nell'indicazione dei nomi) quando a Settembre scrivevo questo post...
------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

venerdì 11 novembre 2011

OPINIONE DEL ROCKPOETA: "Armiamoci E Partite..."

Sembra tutto oramai pianficato. Forse non si sono ancora fatti i conti senza l'oste (ossia il Cav), ma forse invece sì.

Mario Monti: sicuramente una persona che é rispettata a livello internazionale, che darebbe nuovo lustro e credibilità, ma anche legata a certi ambienti (vedi appunto Goldman Sachs) che fanno parte di quel mondo (le agenzie di rating) che oramai hanno in pugno i Paesi europei e non solo.

Quello che andrebbe davvero fatto l'ha detto Fini ieri sera da Santoro (ma poi tra il dire certe cose e metterle in pratica per tutti i politici c'é sempre un abisso...) ossia dimostrare che i sacrifici li fanno anche e soprattutto coloro che hanno patrimoni e guadagni ingenti (leggasi patrimoniale e non sulle prime case ovviamente!)

Sono dell'opinione che solo vedendo veramente che certi "sacrifici" iniziano ad essere richiesti anche a chi può farli realmente, allora un Governo "istituzionale" riuscirebbe ad acquistare lentamente credibilità di fronte alla gente.

Peraltro un Governo vero dovrebbe realizzare alcuni punti essenziali che non sono soltanto quelli legati alla quadratura dei conti pubblici ed alla riduzione, anzi eliminazione del nostro faraonico debito pubblico, ma anche trovare le risorse per investire sul e nel futuro. Investire nella ricerca, salvaguardare in qualche modo il welfare, realizzare reali ammortizzatori sociali per i lavoratori affinché non siano messi e sbattuti sulla strada senza più poter trovare un'altra occupazione. E po ancora riuscire a rilanciare le assunzioni (magari eliminando tutta questa selva di contrattuccoli a tempo determinato e stabilendo che se si non si assume a tempo indeterminato, cmq la busta paga del lavoratore in quel caso debba essere molto più sostanziosa rispetto a quella di chi é sicuro a vita del posto) e quindi, di conseguenza, rilanciare un'economia che é in ginocchio ma le cui basi sono cmq solide dato che siamo sì un Paese allo sfascio ma non siamo ancora il Ruanda.

C'é tanto lavoro da fare ed ho il presentimento che ancora una volta chiunque prenderà il timone del Paese adesso, salvo non si vada ad elezioni anticipate, utilizzerà soluzioni e motti già noti in passato, ossia in sostanza:" armiamoci e partite"
--------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

martedì 8 novembre 2011

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Il Calcio Dell'Asino

Davvero un'efficace metafora pronunciata da Lucia Annunziata stasera a Ballarò per dire che queste dimissioni promesse, potrebbero essere simulate o un bluff.

Io non so se sarà così o meno. Certo é che se da un lato queste dimissioni promesse sono molto positive per il Paese, dall'altro cmq mettono a nudo una situazione molto incerta per il futuro con un'opposizione ancora molto nebulosa nell'imbastire un piano politico efficace e concreto.

Quello che mi sento di dire é che celebrare queste dimissioni differite e promesse come fine del Berlusconismo potrebbe essere inesatto. Certo, é vero che con tutti i processi che gli pendono sul collo, profetizzare una fuga ad Antigua non é poi una previsione peregrina.

Ma, pensare anche che resti all'opposizione (cosa che già ha fatto in passato) e quindi manipoli notizie e ponga in essere (questo é giusto che lo faccia) una strenua ed aggressiva resistenza politica, non é però così illogico.

Ed allora cosa succederà? E' davvero tutto molto nebuloso. Se davvero si dimetterà si navigherà a vista e si proveranno a scrivere nuove pagine di Storia.

Possibilmente pagine di rinascita.
---------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

L'Angolo del Rockpoeta: "L'Abbraccio"

L'Abbraccio

Una telefonata
Sto arrivando

L'acqua sale
Sto arrivando

Il livello cresce
Sto arrivando!

La mia vettura a fatica si muove
Dentro acqua, fango ed asfalto.

Sali in auto
Ce ne stiamo andando

La senti arrivare
Scroscio violento
Visibilità annegata

Suono lontano in sensibile avvicinamento
"Scroscio rasoterra"
Noi andiamo

La piena sta sopraggiungendo
Io ti guardo, figlio mio, cerco di tranquillizzarti e penso:

Se é destino ci troveranno addormentati, vicini ed abbracciati per sempre
In una culla di terra, acqua e fango.

DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA
---------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

lunedì 7 novembre 2011

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Il Lutto E Le Pale

Oggi qui é lutto cittadino. Anch'io mi fermo quindi per rispetto verso le 6 vittime ed il dolore dei loro cari.

Aggiungo solo quanto il mio cuore sia ricolmo e gonfio di un'emozione incredibile nell'aver visto ieri personalmente facendo un piccolo giro per la città (senza però andare nelle zone più critiche per non intralciare i soccorsi) tantissimi ragazzi e giovani che tornavano - avendo terminato il loro turno di "lavoro" - da quelle aree duramente colpite, "armati" di vanghe e pale per aiutare insieme ai volontari della protezione civile, chi ha perso tutto oltre a spalare il fango dalle strade.

Ecco, ho visto quelle facce e mi sono domandato come Sacconi veda, in quelle facce, un pericolo...

Ma oggi non é giornata di discussione politica, oggi é tempo di fermarsi e piangere.

Per poi rialzarsi.

Daniele il Rockpoeta
-------------------------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

venerdì 4 novembre 2011

OPINIONE DEL ROCKPOETA: 4 Novembre 2011: 6 Morti Ma Voi Festeggiate....

La giornata di oggi, avevo letto su qualche manifesto per strada, era la giornata delle forze armate e quindi coglievano l'occasione per fare anche la festa dell'unità d'Italia per i strepitosi 150 anni di questa Italietta...

Perdonate ma non ho voglia di festeggiare

Sapete, a farmi incazzare non sono soltanto i 6 morti ed i dispersi ma il fatto che ad essere colpite sono sempre le stesse zone, sempre gli stessi punti, sempre per le stesse ragioni

Ed allora W L'Italia? NEANCHE PER IDEA, ABBASSO L'ITALIA!

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

giovedì 3 novembre 2011

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Parole Profetiche

Divieto di manifestare a Roma, ed ecco che giovani di vari istituti scolastici romani sfidano questo divieto deciso dalla Questura e da Alemanno, in attesa forse anche che invece questo divieto venga rimosso almeno dalla Questura.

Speranza ahimé disattesa visto che (fonte Repubblica.it) risultano già prime cariche della polizia.

Io avevo ventilato che certi divieti generalizzati avrebbero causato o potuto causare reazioni...

Che siano i germi di una serpeggiante guerra civile - sociale?
----------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

L'Angolo del Rockpoeta: "ESODO"

La Prestigiacomo ha detto che eventi come quelli sucessi in Liguria e Toscana con tali intensità secondo rapporti scientifici (geologici immagino), si dovrebbero poter ripetere a distanze di uno o più seocli....Mah.... vedermo; Da noi di allerte del genere se ne registrano almeno due o tre l'anno. Ricordiamoci poi di Sestri Ponente l'anno scorso.... Cmq, oggi a Vernazza 150 persone vengono evacuate come in un "grande esodo in miniatura" che ricorda quelli più apocalittici di certi "disaster movies" per il rischio di altre pioggie tra stasera e domani. Solo che questo mini-esodo, é reale e non una fiction.

ESODO

Evacuazione precauzionale
Esodo organizzato
Tutti in fila indiana
Via da casa nostra
Via da ciò che resta di casa nostra

Fango, legna, melma
Ruderi, occhi lucidi, rughe di stanchezza.

Piccole perle mangiate
Fagocitate
Da onde di fango
E politiche territoriali inadatte o abusive.

E penso a quelle immagini in tv
In Africa
Esseri umani poveri e diseredati che a piedi
Scappano dalla loro terra
Inseguiti dalla fame, dalla povertà e dalla violenza.

La nostra realtà é diversa
Drammatica ma non così disperata.

Ma la paura é tanta
I nostri occhi vecchi, stanchi, infreddoliti
sbucano dalle coperte e dai plaid di sottecchi
Per osservare il cielo minaccioso ed inclemente.

E la nostra malinconica e montaliana liguritudine
Ci consuma in un lento e macerato silenzio.

DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA
--------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI

martedì 1 novembre 2011

OPINIONE DEL ROCKPOETA: Le Parole Di Sacconi

Le parole di quest'uomo, ministro, le avrete sentite e lette tutti quanti.

Sono parole forti, gravi, soprattutto quando non paiono suffragate da fatti e sembrano dette per esacerbare gli animi già tesi e lanciare un segnale di preoccupazione, infondato probabilmente, solo perché vogliono di fatto cancellare più diritti possibili ai lavoratori.

Mi piace poco questo clima, anzi per nulla. Sembra stiano strategicamente preparando il terreno per poter accusare il popolo per ogni cosa che accadrà. Un po' come nelle recenti manifestazioni di piazza.

Vedremo.... Anzi spero non lo vedremo affatto.
------------------------------------------------------------------------------
Per Votarmi Su OKNOtizie Clicca QUI